lunedì 2 maggio 2011

GOLF & BUSINESS - GARA DI GOLF

Dopo il sabato impegnativo sul lavoro e a casa…finalmente si avvicina la domenica…e questa domenica vuol dire “gara di golf”…

L’orario di partenza è “comodo”, posso dormire un po’ di più e prepararmi all’evento con tutta calma.

Vengo svegliato più o meno alle 10 dalla mia mogliettina (Alessia)…che, tornata dalla corsa mattutina, docciata e profumata, spalanca le finestre facendo entrare un’accecante raggio di sole nella stanza…fantastico….penso…sarà proprio una bella giornata per giocare a golf…

Oggi poi, dopo mesi di assenza, Alessia ha deciso di accompagnarmi sul campo da gioco…dovete sapere che lei è un po’ ostica (ed anche agnostica..:P) nei confronti del golf …ma sono sicuro che prima o poi le farò cambiare opinione…



Dopo una buona colazione, ci avviamo verso il Golf Club Villa Paradiso a Cornate d’Adda…praticamente dietro casa nostra…

Saluti di rito a tutti in Club House…caffè…due chiacchiere con il Presidente…e via…

…questa gara deve essere proprio rinomata, perché c’è tantissima gente in giro…chi ha già finito le 18 buche…chi ancora (come noi) deve iniziare… chi sta già pranzando…chi fa lezione…e chi come me tira qualche pallina come riscaldamento…

Vista la partenza alle 14.20…e visto il languorino che sento allo stomaco, decido di pranzare
…io e Alessia ci divoriamo due belle cotolette alla milanese con patate al forno, del pane e un buon calice di vino rosato…

Intanto iniziano ad arrivare anche i miei compagni di gioco, anzi le mie compagne di gioco, Paola e Mary…e così assieme ci avviamo verso la postazione di partenza alla buca 1…dove conosciamo il quarto giocatore del nostro team: Francesco.

Dovete sapere che il primo tiro in una gara, qualsiasi essa sia, è sempre il più emozionante…
…un po’ come il tuffo di partenza in una gara di nuoto direbbe mia moglie…
…io sono il primo…posiziono la mia pallina sull’erba…faccio qualche prova a vuoto con il drive e via…vola pallina vola…non male…è ora il turno di Francesco…poi di Paola ed infine Mary…



Procediamo tranquilli e, nonostante tutto, con un buon gioco…fino a che alla buca 11 perdo la pallina…
…ma no dove sei finita???!!!…ti ho lanciato e poi non ti ho più vista!!!!…dai forza non fare così!!!!?!…dove sei???…fatti vedere con il tuo luccicore bianco!!!…niente…sparita…

Dopo questo imprevisto ho giocato diverse buche in black out completo…

…il golf è un gioco di costanza dalla prima alla diciottesima buca … ma credetemi…è veramente difficile essere così costanti… non solo a causa di tutte le variabili che accompagnano il percorso: vento a favore o vento contro, pioggia, bunker, ostacoli d’acqua, ecc…ma anche a causa della testa…il sole che picchia, la stanchezza, la fame, la sete…la pallina persa…è facile lasciarsi andare…

Finalmente mi riprendo (soprattutto psicologicamente)…e guarda che bei tiri che escono dalle mie mani…che scioltezza, che potenza…finalmente mi rilasso e riesco a tirare dei gran bei colpi (modestamente)…



Anche a detta di una “profana” come mia moglie…ho tirato delle gran palle!!!!!

Alla fine il risultato non conta, conta di aver vissuto una bella giornata, sotto il sole all’aria aperta ed in mezzo al verde, in compagnia di Alessia e di tanti altri amici…e cosa ancora più importante si torna a casa con l’appuntamento a domenica prossima per la prima lezione proprio della “profana”..:)

Giusto però per dare a Cesare ciò che è di Cesare qualcuno del nostro team ha stravinto: Paola infatti ha vinto il primo lady e il premio speciale per il driving contest…

…a questo punto do forfait alla gara di putting green (più per “amore” di mia moglie…che per mia volontà)…doccia…premiazione…birretta tutti assieme e, visto l’orario, cenetta a due fuori.


E domani…domani (anzi oggi) è già lunedì…si torna dietro la scrivania più carichi e determinati che mai…come se stessi per tirare la mia pallina alla buca 1….

1 commento:

  1. ....... Ecco, ora le ho viste proprio tutte..........
    Il losch che apre un blog..... Bin laden che si fa sparare..... Il B. Che diventa gay....... Mah..... Chissà dove andremo a finire......
    E non vogliamo dire nulla sul nome del blog? L'emozione non ha voce..... E se non ha voce perché la vuoi far scrivere???!!!!
    Senti, un consiglio.... Va a lavurà!!!!!!!!

    RispondiElimina